Ingegneria Informatica

Ingegneria Informatica

Finalmente la tanto desiderata iscrizione ad Ingegneria Informatica! Dopo infiniti rimandi, dovuti a diverse priorità, sono riuscito a trovare la spinta emotiva, per non dire il tempo ahimè inesistente, per iniziare e portare avanti anche questa nuova sfida.

Quello passato è stato un anno certamente difficile ma anche ricco di soddisfazioni: il matrimonio, il nuovo lavoro in F.P.T. Industrie, i numerosi corsi e le certificazioni Microsoft ottenute. Perché fermarsi a questo punto e non continuare a portare avanti ancora nuovi progetti finché se ne hanno la forza e lo spirito giusti?

Quest’anno sarà dunque un anno altrettanto ricco di obiettivi, tanto lavorativi quanto personali. Ho finalmente iniziato questo percorso di studio per ottenere la laurea in Ingegneria Informatica, contestualmente porterò avanti anche il percorso di studio per ottenere la certificazione Microsoft MCSD (anche se ahimè non potrò rispettare le date che mi ero prefissato prima dell’iscrizione all’università).

Non di minore importanza quest’anno inizieranno anche i lavori di ristrutturazione dell’appartamento in cui vivo con mia moglie. Lavori per i quali ho iniziato e continuo ad approfondire lo studio (seppur amatoriale) di due noti software di disegno tecnico ed architettonico di Autodesk: Autocad 2D-3D per il rifacimento della pianta catastale ed il BIM Revit per lo sviluppo in 3D del progetto e degli impianti:

Insomma, come per l’anno passato, anche per questo mi sono prefissato di portare avanti delle nuove sfide che ahimè, per il tempo a disposizione, sembrano impossibili, ed in effetti:

Tutti i giorni sveglia alle 6:00;
6:15-7:30 tragitto per andare a lavoro con ascolto simultaneo di una video lezione in streaming;
7:30 inizio lavoro, circa un’ora prima sapendo che uscirò inevitabilmente alle 17.30 per avere poi il tempo di studiare senza far troppo tardi la sera;:
17:30-18:45 si ripete il viaggio per il ritorno a casa, con ulteriore ascolto di una lezione in streaming; …poi doccia, cena e studio fino alle 21:45-22:00;
Finalmente poi divano e relax davanti la TV…
Il Week-end? Diciamo che il week-end si dovrebbe staccare un po’, ma nella realtà dei fatti anche in questo caso ci si alza presto la mattina e si recupera quanto non si è riusciti a fare durante la settimana!

Indubbiamente tanto sacrificio, ma il pensiero del risultato finale, così come il supporto dell’infinita pazienza di mia moglie mi spingono ad andare avanti!

Poi non sarebbe propriamente del tutto finita così…. ma per quest’altro sogno/sorpresa aspetterò ancora un po’ di tempo per condividerlo…

Vi lascio con una frase che seppur vista centinaia di volte, lascia molto di cui pensare, occorre continuare a sognare e costruire… poi sognare nuovamente… e costruire nuovamente….